Per una pratica sana e responsabile dei videogiochi.

Un progetto della regione della Raiffeisenbank Freiburg Ost

CHF 2'135 4% finanziato
Progetto terminato
Fase conclusiva
13 sostenitori
Diventa fan (55)

Il nostro progetto

I videogiochi sono popolari sia tra gli adolescenti che tra gli adulti. I giovani spesso giocano da soli a casa. I più vulnerabili possono trovarvi un modo per evitare o lenire il proprio disagio. Questo spesso si traduce in una forma di isolamento o di consumo eccessivo. Di fronte a questa constatazione, offriamo un sostegno adeguato ai giovani per incoraggiare il loro sviluppo nelle pratiche.

Negli ultimi tre anni, l'Accademia di Friburgo ha fornito un luogo di incontro fisico. Nei nostri corsi, i partecipanti affrontano temi come la gestione del tempo, le emozioni e le relazioni sociali, tra gli altri.

Per continuare il nostro impegno a favore dei giovani e grazie al vostro sostegno, vorremmo acquisire le attrezzature necessarie per estendere i nostri servizi ad altri cantoni e offrirli così a un maggior numero di giovan

Periodo di finanziamento 15.10.2022 13:21 ore - 30.11.2022 23:59 ore
Periodo di realizzazione 6 mesi
Soglia di finanziamento CHF 50'000
Obiettivo di finanziamento CHF 75'000

Di cosa tratta questo progetto?

Cultura dei videogiochi

In Svizzera, si stima che ci siano 1,5 milioni di giocatori attivi, osserva uno studio del Consiglio federale del 2018, "I Videogiochi. Un campo di creazione culturale in evoluzione".

Secondo lo studio, i videogiochi si sono affermati oggi come beni culturali e veicoli di esperienze. Non avendo barriere linguistiche, permettono di collegare un vasto pubblico in tutto il mondo e di creare riferimenti condivisi che contribuiscono allo sviluppo di uno spazio culturale globale comune. Di conseguenza, i videogiochi sono diventati un'area di promozione culturale mainstream in molti paesi.

Infatti, i videogiochi si sono progressivamente diffusi su diverse piattaforme, dando vita a eventi come gare, festival, fiere, forum e concerti sinfonici.

Perché un Accademia ?

Secondo i dati dello studio JAMES 2020, oltre il 70% dei giovani gioca con i videogiochi. Anche se la maggior parte di questo campione non presenta problemi di consumo, notiamo che sono poche le soluzioni proposte per accompagnare i giovani in difficoltà, prima di arrivare a un follow-up psicoterapeutico.¨

Di conseguenza, molte persone fanno le loro prime esperienze con i videogiochi da sole, senza una sufficiente supervisione o supporto. L'accademia risponde a questa esigenza offrendo un quadro di riferimento e condizioni ottimali per imparare a giocare ai videogiochi in maniera sana. Questo progetto è il risultato di discussioni con giocatori, genitori di giocatori e professionisti del settore sanitario e sociale.

Attraverso corsi settimanali teorici e pratici basati su un programma pedagogico, i partecipanti sono seguiti da persone competenti, con l'obiettivo di insegnare loro ad assumersi la responsabilità dell'uso dei videogiochi.

Inoltre, organizziamo giornate aperte, aree di iniziazione per giovani e genitori, conferenze e lezioni, workshop teorici e pratici, nonché corsi di formazione relativi al settore dei videogiochi.

Quali sono gli scopi e il gruppo-target?

Obiettivi dell'accademia

  • promuovere un uso sano e responsabile dei videogiochi ;
  • promuovere la diffusione della conoscenza ;
  • fornire supporto e orientamento ai partecipanti e ai genitori ;
  • per incoraggiare la creazione di reti sociali attraverso il gioco faccia a faccia ;
  • sensibilizzare sui rischi associati ai videogiochi ;
  • identificare i segni di un uso eccessivo.

Risultati attesi

  • di strutturare la propria pratica dei videogiochi al di fuori dell'accademia ;
  • per ottenere una base di conoscenze in relazione ai videogiochi ;
  • comprendere i rischi di un uso inappropriato.

Questi obiettivi sono presenti anche quando partecipiamo a eventi pubblici. Vogliamo che la nostra azione abbia un impatto culturale e sociale positivo sui partecipanti e sul pubblico in generale.


Gruppo target

Il nostro gruppo target è costituito da giovani utenti di videogiochi di età compresa tra gli 8 e i 18 anni. L'età media è compresa tra i 14 e i 18 anni, secondo la nostra accademia del Cantone di Friburgo. Non c'è un limite massimo di età, quindi ci sono 25enni e adolescenti. Questo crea un'interessante ricchezza intergenerazionale negli scambi tra i partecipanti e nelle dinamiche di gruppo.

L'ingresso in accademia di partecipanti minorenni avviene dopo aver discusso con i genitori o con la rete del giovane per stabilire un progetto personalizzato.

Perché qualcuno dovrebbe sostenere il tuo progetto?

I videogiochi forniscono ai giocatori divertimento e motivazione in varie forme: ricerca di evasione, interazione sociale, incoraggiamento, riconoscimento da parte degli altri o intrattenimento. Tuttavia, l'uso eccessivo dei videogiochi non è privo di rischi e comporta anche importanti problemi socio-sanitari.

Mentre le notizie sull'uso eccessivo dei videogiochi continuano a sfidare le cronache, il numero di giocatori continua ad aumentare. Paradossalmente, pochi progetti sembrano essere rivolti alla supervisione di questa crescente popolazione di giocatori, sebbene la maggior parte dei governi sia allertata sui problemi che l'uso eccessivo può causare.

Il criterio del tempo trascorso davanti agli schermi non è sufficiente per identificare un caso di uso eccessivo di videogiochi. In effetti, i rischi legati ai videogiochi sono multifattoriali. È difficile attribuire tutti i potenziali pericoli a un'unica area o fattore.

Per questo è fondamentale collocare il problema in un contesto globale e lavorare con la persona sui suoi consumi. In particolare, è necessario far riflettere la persona sul suo tempo di gioco e sull'esperienza di gioco. Anche le loro relazioni sociali, i piani di carriera e la situazione familiare devono essere analizzati e presi in considerazione per ottenere una prospettiva rilevante. Infine, un quadro chiaro e una comunicazione trasparente sono spesso la chiave per una migliore comprensione e per cambiamenti interessanti.

È importante cambiare le rappresentazioni sociali legate a questa pratica e sviluppare un uso sano e responsabile dei videogiochi. Questo approccio rientra anche nell'obiettivo di ridurre i rischi per i destinatari e consentire loro di sviluppare competenze attraverso i videogiochi.

Oggi la nostra attività è sostenuta e riconosciuta dalla Città di Friburgo (Coesione sociale), dallo Stato di Friburgo (Dipartimento Salute e Affari sociali), dalla Città di Ginevra (Vita associativa), dallo Stato di Ginevra (Dipartimento Salute) e dalla Commissione di mutuo soccorso della Loterie Romande di Friburgo e Ginevra.

Che cosa accade con i soldi se il progetto va a buon fine?

Oggi, grazie al sostegno finanziario dei nostri partner e alle sovvenzioni che otteniamo dalle autorità pubbliche, siamo in grado di sostenere i costi legati all'affitto di un luogo adatto per lo svolgimento dei nostri corsi.

Questi fondi ci permettono anche di assumere il personale competente necessario per il corretto funzionamento dell'accademia.

Le vostre donazioni ci permetteranno quindi di finanziare le attrezzature informatiche necessarie per i centri che prevediamo di aprire all'inizio del 2023 nei cantoni di Vaud e Ticino.

Soglia di finanziamento

Acquisizione delle attrezzature necessarie per l'apertura di due nuove accademie nel Canton Vaud e in Ticino.

  • 20 computer da gioco a 1'800 franchi l'uno: 36'000
  • 20 schermi da gioco da 24" a CHF 300.00 ciascuno: 6'000.00
  • 20 sedie da ufficio a CHF 200.00 l'una: 4'000.00
  • 20 scrivanie a CHF 150.00 l'una: 3'000.00
  • Cablaggio e apparecchiature elettriche (interruttore, prolunghe, RJ45) : 1'000.00
  • >> Totale 50'000.00.-
Obiettivo di finanziamento

Acquisizione di attrezzature portatili per i nostri interventi esterni con il pubblico, come centri comunitari, biblioteche, festival ed eventi giovanili, ecc.

  • 3 televisori da 55" a 500 franchi l'uno: 1'500
  • 3 console Nintendo Switch a 300 CHF l'una: 900
  • 4 controller per Nintendo Switch a CHF 70.00 ciascuno: 280.00
  • 8 portatili da gioco a 2.150 franchi ciascuno: 17.200 franchi
  • 8 schermi da gioco da 24" a CHF 300.00 ciascuno: CHF 2'400.00
  • 16 controllers a CHF 40.00 ciascuno: 640.00
  • 8 set (cuffie, mouse, tastiere) a CHF 260.00 ciascuno: 2'080.00
  • >> Totale 25'000.-

Chi c'è dietro il progetto?

Un piccolo riassunto sull’associazione Noetic

Fondata nel 2006, Noetic è un'associazione no-profit di Friburgo che conta oggi più di 60 membri e si concentra su 4 attività principali:

  • Accademia: supporto adeguato nella pratica dei videogiochi sotto forma di corsi teorici e pratici;
  • Esports: supporto per i giocatori competitivi;
  • Gioco: scoperta e promozione della cultura "geek" attraverso vari giochi da tavolo, miniature e carte;
  • Eventi: organizzazione di eventi per riunire la comunità e far scoprire il nostro universo al grande pubblico.


I nostri obiettivi principali sono :

  • rendere la cultura del videogioco accessibile a tutti;
  • promuovere e sviluppare le pratiche competitive degli sport elettronici (Esports);
  • sostenere e allenare i giovani in contesto sano e moderato;
  • offrire un'infrastruttura e un supporto professionale;
  • di essere un attore chiave nella comunità di Friburgo e della Svizzera;
  • di circondarsi di partner regionali che sostengono gli stessi valori dell’associazione.
Contatta il promotore del progetto
Association noetic
Sylvain Poublanc
Rue de l'Abbé-Bovet, 4
1700 Fribourg Schweiz