«Il crowdfunding si presta a ogni associazione»

24.05.2017
da Michèle Ullmann

L’ultimo studio della Scuola universitaria professionale lucernese l’ha confermato: il crowdfunding è in boom in Svizzera. Nel frattempo ci sono più di 50 piattaforme attive in Svizzera. Come eroilocali.ch tenta di risaltare sulla concorrenza? Un’intervista con Elodie Schwab, responsabile di eroilocali.ch.

In Svizzera l'importanza del crowdfunding è in continuo aumento. In che modo tutto questo si ripercuote su eroilocali.ch? Avvertite la pressione delle altre 50 piattaforme che come voi cercano di accaparrarsi progetti?

Questa forte crescita è il segnale che in Svizzera il crowdfunding è diventato una valida alternativa per raccogliere fondi al fine di sovvenzionare progetti. La piattaforma eroilocali.ch esiste da poco più di un anno. Ed è anche grazie alla grande diffusione di questa modalità di finanziamento collettivo che siamo partiti con il piede giusto e possiamo già annoverare una grande varietà di progetti. Certamente avvertiamo la pressione delle altre piattaforme, ma siamo in grado di distinguerci con i nostri punti di forza.

In che modo provate a differenziarvi dalla concorrenza?

La piattaforma eroilocali.ch si rivolge ad associazioni, organizzazioni e persone private che portano avanti progetti di pubblica utilità o non commerciali in Svizzera. Stando ad alcuni studi condotti, i sostenitori sono ubicati a meno di 11 km di distanza della sede del progetto. Per questa ragione il nostro portale per donazioni, disponibile in tre lingue, non è diffuso solo su scala nazionale, ma è anche radicato a livello locale. Inoltre, la piattaforma è gratuita ed esentasse per tutti, a testimonianza dell'impegno di Raiffeisen a favore della comunità locale. A ciò si aggiunga che forniamo un servizio di consulenza personalizzato a ogni promotore di progetto. E per finire, su eroilocali.ch è possibile raccogliere oltre che denaro anche donazioni in materiale e tempo. Con questi punti di forza e quest'approccio intendiamo distinguerci dalla concorrenza.

Gran parte dei progetti per i quali si attiva il crowdsupporting sono ideati da start-up operative nell'ambito informatico o provengono dai settori sportivo e musicale. Vale lo stesso anche per i progetti presenti sulla vostra piattaforma?

eroilocali.ch si posiziona esplicitamente nell'ambito dei progetti locali di natura non commerciale, pertanto la nostra piattaforma non viene volutamente usata per sovvenzionare iniziative promosse dalle start-up. Nonostante ciò, i progetti presenti su eroilocali.ch sono moltissimi e si tratta per la maggior parte di progetti di natura sportiva, a cui si aggiungono progetti nel settore infanzia e gioventù e progetti musicali, sociali e culturali, e persino manifestazioni, ovvero praticamente ogni genere di progetto di pubblica utilità.

Nello studio viene menzionato esplicitamente il potenziale per le associazioni. eroilocali.ch si rivolge già alle associazioni e ai rispettivi progetti. Come valutate le esperienze che avete fatto finora?

Abbiamo fatto solo esperienze positive. Per noi le associazioni rappresentano un gruppo target fondamentale, in quanto il 50% degli svizzeri è membro di almeno un'associazione. Molte associazioni sono alla ricerca di aiutanti volontari e denaro per sovvenzionare i propri progetti. Sebbene il crowdfunding non sia ancora diffuso tra tutti gli enti associativi, perché alcuni non lo conoscono ancora bene, è sostanzialmente adatto a tutti i tipi di associazione. Ed eroilocali.ch, con i punti di forza già descritti, rappresenta la piattaforma gratuita ideale per avvalersi di questa modalità di finanziamento alternativo.

Grazie mille!

Qual è la tua opinione?

Devi essere registrato per scrivere un commento.

Blog