Boom del crowdfunding grazie ai progetti legati al coronavirus

01.07.2021
da Saskia Wollfart

Secondo il Crowdfunding Monitor della Scuola universitaria professionale di Lucerna, il volume del mercato del crowdfunding ha toccato un nuovo valore record nel 2020. Vendite di buoni per il ristorante locale, campagna di donazione per il chiosco dietro l'angolo, supporto finanziario per persone duramente colpite dalla pandemia: la crisi dovuta al coronavirus ha innescato un'ondata di iniziative di sostegno sulle piattaforme di crowdfunding. 

«Credo siano molte le persone che nel 2020 hanno finanziato per la prima volta online un loro progetto. Di conseguenza la diffusione di finanziamenti via Internet è aumentata ulteriormente.» 

Specialmente il settore del crowdsupporting (in cui eroilocali è tra le piattaforme più note della Svizzera) e del crowddonating ha registrato un fortissimo incremento a seguito della pandemia da Covid-19. Questa forma di crowdfunding promuove la raccolta di fondi da destinare a progetti di natura sociale, caritatevole, culturale o imprenditoriale. Mentre in alcuni casi la donazione non prevede alcuna controprestazione, altre volte l'investitore riceve un prodotto o un buono per il progetto che ha sostenuto in cambio del suo contributo. Lo scorso anno in molte occasioni i fondi raccolti sono andati a beneficio di imprese locali o liberi professionisti. 

Nel corso del 2020 il volume è quasi raddoppiato, passando dai 24.6 milioni del 2019 a 44.6 milioni di franchi nel 2020 (vedere tabella). Si calcola che circa 270'000 svizzeri abbiano effettuato donazioni a sostegno di campagne di crowdfunding. 

Anche tu vuoi sostenere dei progetti e donare denaro? Allora eroilocali.ch è ciò che fa per te! 


(Dietrich & Amrein [HSLU], 01. Juli 2021)



Scopri qui gli appassionanti progetti di erolilocali! 




Qual è la tua opinione?

Devi essere registrato per scrivere un commento.

Blog