Login
Registrazione

Eroilocali.ch ha aggiornato le sue condizioni generali d'affari.  Ulteriori informazioni

01.07.2020
da Fonte: Hochschule Luzern

A giugno 2020, per la settima volta la Scuola Universitaria Professionale di Lucerna ha pubblicato il proprio rapporto annuale sul crowdfunding. Abbiamo riassunto per voi i risultati più importanti dello studio. 

In Svizzera, nel 2019 si sono raccolti attraverso il crowdfunding circa CHF 600 milioni. Il mercato ha quindi continuato a crescere, anche se con un'intensità minore in confronto con gli anni precedenti. Rispetto all'anno scorso, il volume è cresciuto del 15.6 per cento. Allo stato attuale sono presenti in Svizzera 39 piattaforme attive per diverse finalità: crowd-supporting, crowd-donating, crowd-investing, crowd-lending e invoice trading.* Nel 2019 circa 180'000 persone hanno sostenuto un progetto di crowdfunding in Svizzera.







Settore crowd-supporting/crowd-donating

L'anno scorso, attraverso le apposite piattaforme di donazione si sono finanziati complessivamente 1'769 progetti, per un volume di circa CHF 24.6 milioni. In riferimento al numero di campagne si è registrata una crescita del 7.6 per cento rispetto all'esercizio precedente. Il volume è invece leggermente calato del 4.0 per cento rispetto al 2018. Un aspetto molto positivo da sottolineare è l'elevata quota di successo delle campagne di crowd-supporting/crowd-donating: negli ultimi due anni si è mantenuta immutata al 68 per cento.


Si è registrata una forte crescita nella categoria «Società e progetti sociali». Con 233 progetti finanziati con successo, il volume è aumentato di CHF 1.6 milioni, passando a un totale di CHF 4.7 milioni. I progetti di crowd-supporting/crowd-donating assumono una particolare importanza soprattutto in ambito culturale e creativo. Si stima che lo scorso anno si siano complessivamente raccolti in questo settore tra CHF 8.0 e CHF 8.5 milioni. Grazie al crowdfunding, si valuta che nel settore culturale e creativo si siano finanziati con successo da 650 a 700 progetti.

Il COVID-19 fa nascere nuove iniziative

Con riferimento all'emergenza del Covid-19 si registra molto movimento soprattutto nel mercato di crowd-supporting e crowd-donating. Le piattaforme di crowdfunding esistenti hanno avviato speciali iniziative a supporto delle PMI e dei lavoratori indipendenti e anche noi di eroilocali abbiamo aperto la nostra piattaforma di donazioni alle imprese commerciali. Con i progetti #LocalSupport le PMI hanno così la possibilità di raccogliere donazioni che permettano loro di colmare le perdite di fatturato.

Nelle ultime settimane la risonanza su eroilocali.ch è enorme, come attestato dalle cifre assolutamente positive delle campagne (aggiornamento a giugno 2020):

  • 266 progetti di #LocalSupport 
  • 8'630 persone supportano i progetti PMI sulla piattaforma
  • CHF 1'427'474 sono già stati raccolti

Fonte: eroilocali.ch

Trend per il 2020 

Gli autori dello studio ritengono che nel 2020 il volume totale crescerà di un valore percentuale nell'intervallo basso a due cifre. Complessivamente si prevede un volume tra CHF 700 e 900 milioni per il mercato di crowdfunding in Svizzera nel 2020. La crescita sarà trainata soprattutto da crowd-investing e crowd-lending. Gli autori dello studio ritengono anche che la pandemia di Covid-19 darà sul lungo termine anche un nuovo impulso al concetto di supporto tramite crowdfunding. Gli autori sostengono che a seguito della forte mobilitazione online del crowdfunding durante questo periodo si sono raggiunte anche molte persone che sinora avevano avuto poco o nulla a che fare con questo sistema. Ciò è particolarmente positivo per l'ambito del crow-supporting/crowd-donating, dal momento che molte persone sono entrate in contatto con i finanziamenti online.

*Cinque forme di crowdfunding 

Crowd-supporting: prevalentemente progetti creative e culturali e campagne in ambito sportivo. In cambio del suo contributo l'investitore riceve un prodotto, un'opera artistica o un servizio. Ad esempio, chi finanzia un libro ne riceve una copia gratuita. 

Crowd-donating: per lo più donazioni per progetti sociali, caritatevoli e culturali che non prevedono alcuna contropartita. 

Crowd-investing: investimento di capitale proprio o di terzi in aziende (start-up) o immobili. Come contropartita gli investitori ricevono una partecipazione agli utili. 

Crowd-lending: mediazione di crediti a imprese o privati. In cambio, i donatori ricevono pagamenti di interessi, la cui entità dipende dal rischio del beneficiario del credito.

Invoice trading: in questo caso gli investitori acquistano le fatture in sospeso di aziende, ricevendo come contropartita un rendimento. In questo modo le aziende possono ottemperare ai termini di pagamento o liberare liquidità.

Qual è la tua opinione?

Devi essere registrato per scrivere un commento.

1

Blog